Contribuite e fate contribuire.

5X1000
Ricordate che AVIP può ricevere contributi anche dalla Vostra denuncia dei redditi.
Codice fiscale 92079420284

giovedì 11 ottobre 2007

comitati comunali, i viaggi, i campi di lavoro …

I comitati comunali svolgono la loro attività nei villaggi delle municipalità di Gračanica e di Petrovo.

In Bosnia, collaboriamo con le istituzioni e la società civile bosniaca per promuovere insieme la crescita del tessuto sociale attuando gemellaggi e intrecciando relazioni tra realtà amministrative, scuole e altre associazioni (come scout o club sportivi) italiane e bosniache, sia dell’area a maggioranza serba sia di quella a maggioranza musulmana. Cerchiamo in questo modo di creare tra loro momenti di incontro e vicendevole scambio. In Italia ci occupiamo di sensibilizzare ed informare le persone sulla storia recente e sulla situazione attuale della Bosnia.

Nei nostri viaggi intessiamo relazioni con istituzioni e rappresentanti della società civile e delle associazioni bosniache, con i quali organizziamo la settimana estiva con giochi e attività di animazione per bambini e ragazzi e attività culturali e formative rivolte a tutta la popolazione. Inoltre proponiamo iniziative che coinvolgono tutti i villaggi bosniaci in cui sono presenti i volontari italiani: tornei sportivi multietnici e gite, che diventano occasione d’incontro tra le varie comunità etniche e nazionali. Individuiamo i bisogni più urgenti delle comunità locali e ci impegnamo a sostenere moralmente e materialmente i casi sociali.


Insomma con i nostri amici e collaboratori bosniaci ci si propone di realizzare progetti pensati insieme per favorire la crescita sociale e culturale nelle nostre società civili!




Maratona di Pace sui ponti della Spreča”


A dieci anni dalla fine del conflitto in Bosnia-Herzegovina, la collaborazione tra volontari italiani e bosniaci ha portato alla realizzazione, nel settembre 2005, della prima “Maratona di Pace sui ponti della Spreča”. La maratona ha attraversato villaggi a maggioranza serba e a maggioranza croato-musulmana, passando il ponte sulla Spreča, fiume che, al tempo del conflitto, è stato vera e propria linea del fronte e che oggi separa le due entità, Federazione BiH e Republica Srpska in cui è suddivisa la Bosnia. Il fiume assume nel progetto anche un valore ecologico in quanto negli anni post guerra è stato utilizzato come discarica a cielo aperto. In occasione della maratona sono state pulite le rive, per sensibilizzare sul problema dei rifiuti e sul tema dell’ecologia, percorso già iniziato dagli insegnanti nelle scuole del territorio.

Il 23 settembre 2006 si è svolta la seconda edizione della “Maratona di Pace sui ponti della Spreča”, come già accaduto l’anno precedente, alcune centinaia di concorrenti di tutte le età hanno superato un confine ideologico e si sono avvicinati ai loro “ex vicini di casa”. Più di 80 volontari sono giunti dall’Italia, accompagnati da una rappresentanza di comuni e provincia, un modo per gettare un ponte sulla diffidenza e il pregiudizio e per favorire il ritorno alla convivenza.


Il 20 ottobre 2007 si svolgerà la terza edizione dell’evento, che quest’anno speriamo possa coinvolgere un numero ancor maggiore di partecipanti italiani e bosniaci!







Progetto scuole … Ponti di Pace


Il “Comitato di sostegno alle forze e iniziative di pace” collabora da alcuni anni con scuole italiane e bosniache delle municipalità di Gracanica e Petrovo per la realizzazione di progetti e attività educative volte a favorire lo scambio culturale e la conoscenza reciproca. Molteplici attività sono state fino ad oggi svolte, scambio epistolare tra bambini italiani e bosniaci, un giornalino sul tema del “gioco”, raccolte di materiale didattico ed un lavoro basato sul cartone animato “Tulilem”, che stimola a riflettere sui temi interculturali e sul ruolo dei mass-media. Questa collaborazione è stata coronata con l’incontro tra i bambini e insegnanti delle scuole italiane e bosniache.

Dal 27 settembre al 1 ottobre 2007, 42 alunni e 12 insegnanti, rappresentanti tutte scuole bosniache coinvolte, sono stati accolti dai bambini delle scuole italiane e dalle loro famiglie. Gli alunni bosniaci hanno partecipato alle lezioni nelle scuole ospitanti, hanno conosciuto e giocato con i “colleghi” italiani e sono andati in gita a Cittadella e Venezia. Gli insegnanti si sono confrontati nel corso di una tavola rotonda sui temi del valore didattico-educativo dello scambio culturale, il rapporto tra bambini e televisione e il disagio degli insegnanti nella realtà scolastica odierna.


Il progetto “Scuole… ponti di pace” è il risultato di un intenso e fruttuoso lavoro di collaborazione tra i volontari del Comitato e i responsabili delle scuole italiane e bosniache, e rappresenta la realizzazione di una significativa attività di educazione alla pace e alla convivenza!




Il comitato di sostegno alle forze ed iniziative di pace


Il Comitato di sostegno alle forze ed iniziative di pace, è un coordinamento di comitati e associazioni presenti in diversi comuni delle province di Padova, Venezia e Treviso. Il Comitato provinciale, nato nel 1992 per alleviare l’emergenza della disastrosa guerra di Bosnia nella zona di Gračanica (Cantone di Tuzla – Bosnia Erzegovina), opera ancora oggi con l’obiettivo di aiutare la pace e la riconciliazione tra bosniaci musulmani, serbi ortodossi e croati cattolici.

I singoli comitati comunali svolgono la loro attività nei villaggi delle municipalità di Gračanica (zona a maggioranza croato-musulmana) e di Petrovo (Regione di Doboj, zona a maggioranza serba), attenti tanto alla propria missione in Bosnia, quanto alle relazioni con le nostre realtà territoriali ed amministrative.

Il comitato provinciale, coordinando la rete dei comitati, promuove attività ed iniziative comuni che diventano occasione, occasione per i villaggi bosniaci gemellati con i singoli comitati comunali, di avviare un processo di dialogo che favorisca la riconciliazione ed un impegno comune per lo sviluppo e per la costruzione di un futuro migliore per tutti i popoli della Bosnia Erzegovina.


Troverai maggiori informazioni sulle nostre iniziative nelle pagine interne del volantino!

.




Aderiscono al Comitato di Sostegno alle Forze ed iniziative di pace, i seguenti comitati comunali:

  • Perché no?” di Cittadella (PD)

  • A.V.I.P.” di S. Angelo di Piove di Sacco (PD)

  • Spalle Larghe” di Abano Terme (PD)

  • Unamano” di S. Giorgio in Bosco (PD)

  • Comitato di Piazzola sul Brenta (PD)

  • Comitato di Campo S. Martino (PD)

  • Nema Problema” di Conegliano(TV)

  • Idemo” di Mirano (VE

  • Idemo”di Villa del Conte (PD

  • Idemo” di Castelfranco Veneto (TV)

Per ricevere ulteriori informazioni e/o aiutarci nei nostri progetti:


Marianna Masiero: marima1981@virgilio.it

349-7225895

Elisa Giubilato: e.giubilato@gmail.com

348-7248632

Luigi Calore: luigicalore@tiscali.it

338-9640424


http://avipblog.blogspot.com/

-----------------------------------------------------------

COMITATO DI SOSTEGNO ALLE FORZE E INIZIATIVE DI PACE della provincia di Padova

Via S.Lorenzo, 16-35010 Campo San Martino PD - C.F. 90004850286




Agire per la pace, in Bosnia


Ponti di pace

Padova-Gracanica-Petrovo

2 commenti:

jessikini ha detto...

ciao! io faccio parte del "perchè no?" di cittadella, e sono due anni che vengo alla maratona! c'è un modo per iscriversi a questo sito così vi posso leggere ogni volta che pubblicate qualcosa? è molto interessante leggere tutte queste cose! perchè di solito me le spiegano solo a voce... fatemi sapere a presto!

Avip ha detto...

Ciao jessikini
Non c'è da iscriversi ma basta venire nel blog ogni tanto (almeno una volta la settimana).
Se invio una e-mail a: avip.santangelo@gmail.com
ti metto nella lista con cui avviso di eventuali notizie urgenti e/o importanti.
Ciao Michele
AVIP